Il Forex è uno dei mercati più conosciuti e gettonati dagli investitori. Con più di 6 trilioni di dollari scambiati ogni giorno, il Forex rappresenta il mercato dove comprare e vendere valuta estera. Richiede poco capitale iniziale ed è facilmente accessibile attraverso broker online come la piattaforma eToro. I benefici sono tanti: puoi comprare, vendere e detenere valuta estera nel vero mercato globale, godendo di costi di transazione bassi e un mercato aperto 24 ore su 24, 5 giorni alla settimana su 7.

Come per qualsiasi tipologia di investimento, avere una strategia Forex può aiutarti notevolmente ad aumentare le tue probabilità di successo. Nonostante sia un mercato di più recente introduzione rispetto a mercati più tradizionali, non manca certo di strategie e metodi. In questa guida per principianti ed intermedi, scoprirai le tecniche Forex più diffuse e imparerai le strategie di trading sul Forex che più possono adattarsi alla tua personalità e ai tuoi obiettivi di investimento.

Tabella dei contenuti

Che cos’è una strategia Forex e perché è importante averne una?

Come ideare una strategia Forex personale

Regole di entrata e di uscita

Fattori che influenzano il mercato Forex

Tipi di strategie di trading sul Forex

Cos’è una strategia Forex e perché è importante averne una?

Quando si vuole avviare un’attività di trading prolungata, la disciplina è fondamentale. Avere qualche forma di strategia o principi guida sui quali basare le proprie decisioni è vitale per mantenersi disciplinati nel corso del tempo. Ovviamente, le strategie di trading Forex possono variare. Può essere utile uscire dai confini della propria strategia nel momento in cui si presenta un’opportunità insolita. In generale, tuttavia, è bene che tu disponga di una metodologia che ti aiuti a prendere delle decisioni di trading.

Questa guida ti sarà di aiuto per capire quali valute comprare o vendere, e quando. Ti mostrerà anche le informazioni che sono più importanti per questo tipo di decisioni. Le strategie di trading Forex, infatti, si basano spesso su segnali che compaiono sul mercato – ossia certi fattori che si allineano per soddisfare i criteri della tua strategia. Ancora, questi criteri possono essere vari: c’è chi preferisce affidarsi ad algoritmi e pattern; c’è chi apprezza la comodità del Copy Trading offerto da eToro, che dà la possibilità di collegare il proprio portafoglio a quello di un top trader esperto su scala mondiale e copiare i suoi movimenti; oppure, c’è chi preferisce analizzare manualmente i mercati e gli asset uno per uno.

Esistono strategie Forex intraday (che mirano ad ottenere un profitto in un arco temporale anche inferiore alle 24 ore) oppure strategie di lungo periodo (con orizzonte temporale di anni). Nel mezzo troviamo numerose tecniche miste.

Non esiste, tuttavia, un’unica strategia che sia definibile corretta. La migliore per te dipende da una serie di fattori che vedremo adesso nel prossimo paragrafo.

Come ideare una strategia Forex personale

Non esistono particolari limiti ai diversi parametri che puoi implementare nella tua personale strategia Forex. L’unica regola d’oro è sempre quella: cercare di non perdere l’investimento.

Ad alcuni trader piace ricorrere a diverse strategie per affrontare situazioni di mercato diverse. Altri, invece, prendono parti di diverse strategie e le combinano sotto un unico metodo che soddisfi le esigenze, obiettivi ed interessi personali. Ecco qui di seguito alcuni fattori chiave da tenere in considerazione per elaborare una strategia Forex per principianti, in modo da evitarti inutili sprechi di energia nel tentativo di capire perché alcuni fattori (probabilmente sbagliati) non abbiano funzionato.

Le tue circostanze personali

Sia che tu prenda parte al mercato Forex, sia che ti interessi di azioni, criptovalute o altro ancora, è importante tenere in considerazione alcuni fattori personali prima di cominciare.

Il primo fattore è la tua propensione al rischio. Investitori più anziani e con minori entrate economiche derivanti dalla propria forza-lavoro, sono generalmente più interessati ad investimenti a basso rischio che preservino il valore del patrimonio. Investitori più giovani possono guadagnare ancora molto dal proprio lavoro, ed ecco che sono pertanto più propensi ad assumersi un maggior rischio.

Il secondo fattore è il tempo che vuoi/puoi dedicare alla tua attività di trading sul Forex. Per esempio, alcune strategie Forex giornaliere presuppongono che un trader abbia tanto tempo da passare davanti allo schermo per monitorare i movimenti di mercato. Strategie di lungo periodo, invece, sono perfette per coloro che non possono o non desiderano passare troppo tempo a monitorare i mercati.

Sappi quando e come uscire dal mercato

Indipendentemente dalle considerazioni sopra fatte, devi assolutamente determinare in anticipo con quanto capitale entrerai nel mercato. A prescindere dal livello di rischio della tua strategia Forex o dal tuo successo con trade passati, devi essere certo di investire solo il denaro che sei disposto a perdere. Quanto puoi concederti di perdere qualora tutto andasse male e ci fossero delle fluttuazioni di prezzo improvvise?

Per essere certi di non superare determinate soglie, è necessario che tu abbia dei punti di uscita. Questi possono essere impostati personalmente oppure in maniera automatica a seconda della tua esperienza di trading e della tua disciplina. Anche qualora tu fossi certo di non eccedere certe soglie quando gestisci le tue posizioni manualmente, è una mossa astuta quella di impostare uno stop loss automatico, che chiude una posizione qualora il prezzo raggiunga un certo livello (da te preimpostato), oppure un ordine, che acquista (o vende allo scoperto) una determinata valuta quando raggiunge un dato valore.

Uno degli aspetti più invitanti di investire nel Forex è la leva, ossia uno strumento messo a disposizione da broker online come eToro per godere di opportunità di profitto (ma anche di perdita) moltiplicate. Con la leva, anche piccole variazioni di prezzo possono tradursi in grandi opportunità. Tuttavia, ciò comporta anche rischi maggiori, perciò fa’ attenzione a non esagerare con la leva.

Una volta che hai preso in considerazione questi aspetti, puoi cominciare a pensare ad alcuni degli altri aspetti che sono necessari per ideare le tue personali strategie di trading sul Forex.

Regole di entrata e di uscita

Conosciuti anche come “punti di entrata e di uscita”, si tratta di parametri e segnali che determinano il momento in cui tu puoi entrare o uscire da una posizione relativa ad una coppia valutaria scambiata sul Forex. Non ci sono delle regole prefissate, poiché sei tu che decidi quali sono i segnali che determinano un ingresso o un’uscita dal mercato: tuttavia, ricorda che tanto più sono i segnali che devono essere confermati, e tanto maggiore sarà difficile soddisfare gli obiettivi di investimento.

A tal proposito, esistono due tipi di analisi dei grafici che possono aiutarti: l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica. Poco più avanti scopriremo meglio di cosa si tratta.

Qualunque sia l’analisi che preferisci, ci sono segnali fondamentali e tecnici che possono aiutarti ad individuare il momento giusto per entrare nel mercato.

Tipologie di analisi

Come già detto, ci sono due forme base di analisi del mercato Forex: l’analisi fondamentale e quella tecnica.

L’analisi tecnica si concentra principalmente sui numeri. Per meglio dire, si focalizza sulle relazioni che si instaurano tra le variazioni di prezzo nel corso del tempo, il trend, il livello di supporto e di resistenza, e altro ancora, allo scopo di individuare punti di entrata (o di uscita) profittevoli. Questi segnali offrono momenti per acquistare, vendere o continuare a mantenere una posizione.

L’analisi fondamentale, invece, è più “qualitativa”, poiché non si concentra sui numeri: essa, infatti, si focalizza su ciò che accade nel mondo, prendendo in considerazione fattori come la variazione dei tassi di interesse, le politiche monetarie globali, gli incidenti nazionali che impattano sulla produzione di materie prime, e altri fattori a livello geopolitico che possono influenzare il prezzo delle coppie valutarie nel lungo periodo.

Alcuni trader utilizzano entrambe le analisi per compiere operazioni di trading su tutti gli orizzonti temporali (breve, medio e lungo). Altri preferiscono usarne solo una: ciò dipende dalle tue preferenze e dall’impronta che vuoi dare alla tua strategia Forex.

Fattori che influenzano il mercato Forex

Conoscendo i fattori che influenzano maggiormente l’andamento del mercato delle valute estere, puoi prendere decisioni ed elaborare tecniche da implementare nella tua strategia Forex con più cognizione di causa. Quelli che seguono sono alcuni fattori da prendere in considerazione.

  • Inflazione: generalmente, minore è il tasso di inflazione di una nazione, maggiore è la stabilità e il valore della sua valuta, e viceversa.
  • Tassi di interesse: se i tassi di interesse di una nazione aumentano, di riflesso aumenterà anche l’interesse degli investitori esteri verso quella valuta (dato il potenziale ritorno economico maggiore). Allo stesso modo, una diminuzione dei tassi di interesse produrrà un calo della domanda internazionale, con conseguente diminuzione del valore della valuta.
  • Disastri naturali: quando grossi centri di aggregazione economica sperimentano crisi che impattano la capacità produttiva, distributiva, di esportazione e altri pilastri dell’economia, le valute nazionali possono accusare colpi e risentirne.
  • Esportazioni: un aumento delle esportazioni di una nazione si accompagna anche ad un aumento di richiesta di valuta di quello Stato, causando così aumenti di prezzo;
  • Performance economiche: il PIL e altri fattori servono a misurare la performance economica di uno Stato in un determinato periodo. Paesi con politiche economiche solide tendono ad attrarre investitori esteri, con conseguente aumento del valore della valuta.
  • Clima politico: la stabilità politica di un Paese influenza anche la stabilità della moneta nazionale. Momenti di instabilità politica tendono ad allontanare gli investitori esteri, soprattutto qualora il Paese in questione sia sotto i riflettori della politica internazionale.
  • Politiche fiscali: le decisioni dei governi inerenti alla tassazione, la riallocazione dei fondi raccolti e altri fattori ancora possono influenzare il valore di una valuta.

Testa la tua strategia Forex

Le probabilità che tu riesca ad elaborare la perfetta strategia Forex al primo colpo sono piuttosto scarse. Sarà necessario portare pazienza e dedicare tempo. Il miglior modo per testare se la tua strategia funziona è di guardare sia al passato che al futuro.

Testare la strategia con sguardo al passato significa raccogliere i dati e i movimenti del prezzo passati e applicarli alla tua strategia. Individuando i segnali passati e applicandoli alla tua strategia può farti capire se le tue tecniche Forex avrebbero funzionato. Ciò può anche aiutarti a correggere leggermente il tiro per delle posizioni future, ma ricorda: potresti ritrovarti spaesato nel tentativo di adattare situazioni passate a movimenti del presente, poiché potrebbero essere cambiate le condizioni in cui operano i mercati.

Testare la strategia con sguardo al futuro significa, in realtà, applicare le tue tecniche Forex in tempo reale, ma senza aprire transazioni reali. Con il tempo, costruirai così un registro ipotetico di transazioni che indicheranno il successo o il fallimento della tua strategia. Per fare un paragone, è come allenarsi prima di disputare una vera partita. A tal proposito, il portafoglio virtuale messo a disposizione da eToro è perfetto per fare pratica prima di investire soldi reali. Potrai, infatti, testare la tua strategia, capire se i movimenti funzionano ed effettuare una stima dei guadagni o delle perdite derivanti dall’applicazione della strategia.

Prendi nota di tutto

Tenere traccia dei risultati di profitto o perdita gioca un ruolo molto importante prima di giocare secondo la tua strategia. Inoltre, giocano un ruolo simile nelle settimane, mesi e anni a venire.

Tuttavia, tenere traccia dei risultati è solo una parte del gioco. Per vincere davvero, è necessario registrare tutto. Per dirla in altri termini, devi tenere traccia non solo delle trattative che hai fatto, ma anche il perché: cosa ti ha spinto ad aprire quella posizione? Come ti sentivi a riguardo? Hai letto correttamente i mercati? Avresti guadagnato di più se avessi venduto o acquistato prima (o dopo)? I tuoi punti di ingresso e di uscita si sono rivelati corretti?

Le risposte a tutte queste domande possono aiutarti notevolmente a perfezionare la tua strategia Forex.

Tipi di strategie di trading sul Forex

Creare la tua personale strategia di trading può essere difficile, specialmente se sei nuovo nel mondo del trading o se non hai mai costruito strategie. Puoi scegliere una delle seguenti strategie di trading sul Forex tra le più diffuse, oppure selezionare pezzi di strategia e fonderli insieme per creare un sistema tuo.

Le strategie Forex intraday sono simili ad altri mercati disponibili agli investitori. I cosiddetti day trader aprono e chiudono una posizione nell’arco di 24 ore, ossia nel giorno stesso, e si contrappone ai trader di lungo periodo che detengono una posizione per più di un giorno. Il trading giornaliero può richiedere molto tempo ogni giorno, ed è consigliabile per quei trader che possono monitorare l’andamento dei grafici per diverse ore della giornata.

Le strategie Forex scalping prevedono che il trader completi molte trattative che godono di basso margine nell’arco della giornata. Si tratta di rapide mosse di entrata e di uscita. La chiave per condurre delle strategie Forex scalping è la capacità di concludere un elevato volume di trattative e avere le abilità e la disciplina di “andare a caccia” di pochi profitti ripetuti nel tempo, che andranno così a sommarsi. Devi anche prestare attenzione a possibili commissioni associate ai trade, poiché possono erodere il tuo margine quando completi un numero elevato di trattative. Per rendere profittevole questo stile di trading, molti trader utilizzano la leva, assumendosi tuttavia rischi maggiori. I profitti, infatti, potrebbero essere spazzati via da una singola trattativa andata a male.

Con un orizzonte temporale superiore a quello dei day trader, ma inferiore a quello dei position trader (di cui parleremo a breve), troviamo le strategie Forex di swing trading. Esse si fondano sugli “swing” del mercato, che si verificano periodicamente a seguito di una salita o una discesa prolungata del prezzo. Raccogliendo informazioni nell’arco di giorni e settimane, puoi osservare dei pattern che suggeriscono un possibile swing, e posizionarti di conseguenza. Una strategia di swing trading si fonda spesso sull’analisi tecnica.

Una strategia di posizionamento è una strategia di lungo periodo. Consiste nel prendere una posizione in un certo lato del mercato (rialzista o ribassista) e tenerla per un periodo prolungato di tempo. Ciò significa che variazioni di prezzo e trend di breve periodo sono poco rilevanti, dal momento che l’obiettivo è il trend di lungo periodo. I position trader devono affrontare lunghi periodi di swing negativi, perciò devono disporre di un ampio capitale per poterli superare.

La strategia di hedging Forex, invece, consiste nel prendere parte ad entrambe le fazioni di mercato. Entrando sia una posizione di acquisto che di vendita allo scoperto, ridurrai i tuoi margini di profitto. Il vantaggio di fare hedging Forex? Avrai il tempo di decidere quale lato del mercato è più conveniente, chiudendo la posizione in perdita e tenendo per un periodo più lungo quella in profitto. Alla fine, dovresti ritrovarti complessivamente in guadagno.

Le strategie di trend mirano a seguire il trend di mercato prevalente, in base al quale i trader decidono se acquistare, vendere o mantenere una coppia valutaria. Parti di questa strategia vengono seguite da quasi tutte le strategie di trading sul Forex.

Ma cosa succede se non ci sono trend da seguire? In questi casi, può essere utile ricorrere ad una strategia Forex di consolidamento: si tratta di periodi più o meno prolungati in cui il prezzo rimbalza da un livello di supporto (prezzo considerato basso) ad un livello di resistenza (prezzo considerato alto). I trader si posizionano di conseguenza, comprando quando è basso e vendendo allo scoperto quando è alto.

Una strategia di breakout sul Forex, invece, vede i trader posizionarsi quando un prezzo rompe al rialzo o al ribasso confini di prezzo in precedenza ben definiti. Una valuta che fa ciò è probabile che continui lungo la direzione tracciata, traducendosi in un segnale di acquisto o di vendita abbastanza sicuro.

Una strategia Forex di momentum pone l’accento sulla direzione verso cui una coppia valutaria si muove. I trader che seguono questa strategia percepiscono che una valuta che si muove verso una determinata direzione continuerà a dirigersi verso di essa – se il prezzo sale, continuerà a salire, e viceversa.

Alcuni trader più cauti preferiscono una strategia Forex sui ritracciamenti, nella quale il trader attende che una valuta compia un ritracciamento (ossia il prezzo che testa precedenti livelli di supporto o resistenza). Ciò si fonda sull’idea che un trend non si sviluppa in maniera lineare, ma presupponga momentanei ribassi o rialzi del prezzo. Attendendo un ritracciamento, puoi dunque entrare in una posizione con più certezza.

Le strategie di inversione del trend sono più complesse e probabilmente non sono adatte ai principianti. Consistono nel leggere i dati in modo da prevedere potenziali inversioni del trend, posizionandosi di conseguenza. I profitti possono essere notevoli, ma queste strategie richiedono esperienza.

Chissà, forse una di queste strategie di adatta alla perfezione al tuo stile di trading. Oppure, ci sono parti di diverse strategie che, combinate tra loro, possono risultare attraenti ai tuoi occhi e ai tuoi piani di trading sul Forex. Qualunque sia la tua sensazione, disporre degli strumenti giusti può aiutarti a creare, modificare ed applicare la tua strategia con più facilità.

Clicca sulle coppie valutarie per vedere quali asset sono disponibili sulla piattaforma di trading eToro e preparati ad entrare nel dinamico e affascinante mondo del mercato Forex.


Le presenti informazioni vengono fornite al solo scopo educativo e non rappresentano consigli d’investimento o suggerimenti personali. Tali informazioni non devono quindi essere interpretate come offerte o solleciti di compravendita di strumenti finanziari.

Il materiale è stato preparato senza tener conto di precisi obiettivi d’investimento o specifiche situazioni finanziarie e non soddisfa pertanto i criteri legali e legislativi previsti per la promozione di ricerche indipendenti. Tutti i riferimenti alle prestazioni passate di uno specifico strumento, indice o prodotto d’investimento preassemblato non rappresentano né devono essere interpretati come un indicatore affidabile di possibili prestazioni future.

eToro non offre alcuna garanzia né si assume la responsabilità in merito all’accuratezza o alla completezza del contenuto esposto nella presente guida. Il lettore deve garantire di aver compreso appieno i rischi comportati dal trading prima di impegnare capitale. Si sconsiglia di mettere a rischio più denaro di quanto non se ne possa perdere.